giovedì 26 dicembre 2013

Wimbledon - Southend 0-1: il cartellino rosso cambia tutto!

Cinque turni senza vittoria, tre pareggi e due sconfitte ed una classifica sempre meno tranquilla, con soli 6 punti che dividono i Dons dal Bury, penultimo in classifica.
Il Wimbledon, dopo la roboante vittoria contro il Portsmouth, sembra aver smarrito la via dei risultati e, soprattutto, del bel gioco.
Contro il Southend i ragazzi non sono stati in grado di produrre quasi nulla di positivo ed hanno patito la forza di una squadra che sta lottando per il salto di categoria.
A cambiare le sorti del match, tuttavia, è stata l' espulsione di Francomb, al 40'.
Da quel momento in poi, i Dons si sono difesi strenuamente, fino al momento della capitolazione, al 76'.
Queste le parole di Neal Ardley, dopo il fischio finale: "Analizzando il match, mi sento di dire che Worner non ha avuto molto da fare. Il match è stato in equilibrio, fino all' espulsione.
Dobbiamo continuare a credere in quello che stiamo facendo e, a Gennaio, cercheremo di dare una rinfrescata alle cose.
Abbiamo un piano che vogliamo applicare nella seconda parte di stagione e cercheremo di metterlo in pratica. Nel frattempo, dobbiamo raccogliere un paio di punti nel periodo natalizio".
Il manager dei Wombles ha espresso il proprio giudizio sull' espulsione di Francomb: "Sul momento, ho pensato fosse una decisione ridicola.
Non potevo crederci, in quanto pensavo che l' arbitro ci stesse per assegnare una punizione per il fallo di un loro giocatore su George (Francomb).
E' stata una decisione sbagliata, lo abbiamo visto fin dall' inizio ed è sempre più ridicola.
Rivedendola, è sempre più ridicola.
Sono rientrato con calme, in modo da incrociare l' arbitro e dirgli di rivedere quanto fatto, per affermare: "Quanto abbiamo sbagliato?".
Devono pensarci due volte, la prossima volta, se il livello degli arbitri, a questo livello, è da migliorare".

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-southend-loss-1257262.aspx?

mercoledì 25 dicembre 2013

Wimbledon - Southend prewiew


Dopo lo stop forzato, a causa del rinvio della gara di Newport, che era in programma Sabato, 21 Dicembre, i Dons affronteranno, nel Boxing Day, il Southend, squadra che occupa la 7° posizione in graduatoria e che si preannunciano un cliente davvero ostico, specie se il Wimbledon dovesse essere quello dell' ultimo mese.
Infatti, dal 16/11, giorno in cui gli uomini di Neal Ardley hanno travolto il Portsmouth, sono arrivati tre pareggi ed una sconfitta, accompagnati da prestazioni molto negative.
La classifica, pur rimanendo discretamente tranquilla, va migliorata, in quanto ci vuole poco ad essere risucchiati nella lotta per non retrocedere.
Harry Pell rimarrà ancora fuori, ma Sammy Moore rientrerà, dopo la squalifica.
La squadra si è allenata ogni giorno, fin dal rinvio della partita di Newport, utilizzando le strutture del Tooting&Mitcham.
Il manager ha spiegato così questa full immersion: "Abbiamo deciso di far allenare i calciatori anche di Domenica.
Abbiamo comunicato ai ragazzi come non si trattasse affatto di una punizione, ma che fosse la cosa migliore da fare, al fine di proseguire il nostro cammino.
Ci siamo allenati Domenica, Lunedì e Martedì. Dopodichè, i ragazzi passeranno tranquilli il giorno di Natale e torneranno in campo nel Boxing Day.
Il campionato è difficile e faremo gare contrastanti tra di loro, ma sono fiducioso sul fatto che faremo un buon numero di punti e vedremo dove questa cosa ci porterà.

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-southend-test-1254560.aspx

domenica 15 dicembre 2013

Wimbledon - Mansfield Town 0-0: brutta prestazione e sconfitta evitata per poco!

Finisce 0-0, tra Wimbledon e Mansfield e c'è poco da essere allegri.
La prestazione della squadra è stata davvero poco incisiva e solo tre grandi parate di Worner hanno evitato, nel finale di partita, di capitolare.
Dopo la partita, Neal Ardley si è detto tutt' altro che soddisfatto della prestazione dei suoi: "Non cercherò di dire che abbiamo giocato bene. E' stato orribile, una partita molto dura.
Penso che, nel primo tempo, quando siamo stati abbastanza coraggiosi da passarci il pallone, un qualcosa su cui abbiamo lavorato per tutta la settimana, abbiamo creato qualche mezza occasione.
Nel secondo tempo, ci hanno pressato molto e non ci hanno fatto superare la metà campo.
E' stato difficile, in quanto sembravano più di noi su tutto il campo.
Penso che Paul Cox abbia messo in mostra le nostre debolezze, in quanto siamo apparsi alquanto improvvisati e ci hanno bombardato con palle lunghe.
Ross ha compiuto tre miracoli, davvero notevoli, che ci hanno permesso di non capitolare.
Abbiamo tenuto la porta imbattuta e questo è un aspetto positivo, dopo aver giocato un secondo tempo del genere. Non abbiamo giocato bene, ma siamo stati in grado di resistere.
Possiamo vantare un gruppo di ragazzi che in campo dà tutto.
Hanno bisogno di una guida e, nell' intervallo, avrei voluto dir loro di essere più coraggiosi, nel fraseggio di palla, ma, nei primi dieci minuti del secondo tempo, avrei potuto dir loro che i nostri avversari non ce lo avrebbero permesso".
Questa la formazione scesa in campo contro il Mansfield:

AFC Wimbledon: Ross Worner, Jim Fenlon, Callum Kennedy, Andy Frampton, Barry Fuller, Luke Moore (George Porter), George Francomb, Peter Sweeney, Kaid Mohamed, Charlie Sheringham (Jack Midson), Michael Smith.

Questa, invece, la classifica:

giovedì 5 dicembre 2013

5,000 firme già raccolte, dalla campagna "Bring the Dons home"

La campagna "Bring the Dons home", promossa dai tifosi del club di Merton, ha già raccolto 5,000 firme, ma il lavoro da fare, perchè il progetto diventi realtà, è ancora lungo.
La campagna è stata lanciata nel centro di Wimbledon, nella giornata di Domenica.
Charlie Talbot, uno dei coordinatori della campagna, ha parlato così, dell' iniziativa: "Nelle prime 72 ore, più di 5,000 persone hanno supportato il progetto del nuovo stadio, sul nostro sito.
La cosa più importante che possiamo fare, come tifosi, è intensificare la campagna nell' area di Wimbledon.
Più residenti di Wimbledon riusciremo a portare sul sito, per compilare il modulo, e a rendere consapevoli dei benefici che la proposta comporta, più aiuteremo il club, nella prossima fase, in cui il piano verrà presentato".

Chi fosse interessato a sottoscrivere l' iniziativa, può farlo, collegandosi a questo indirizzo:

http://bringthedonshome.org/sign-up/

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/fans-campaign-1215728.aspx?


domenica 1 dicembre 2013

Bristol Rovers - Wimbledon 3-0: Neal Ardley chiede scusa ai tifosi!

I goal di Clarkson, Parkes e Harrold emettono una sentenza quasi definitiva: i Dons non sono in grado di affrontare la partite che li vedono contrapposti a squadre più deboli, o con una classifica peggiore.
Northampton, Accrington Stanley, Bury e, ieri, i Pirates. Non può essere una coincidenza.
A rendere la sconfitta ancora più amara, per i 572 giunti da Londra, a seguito della squadra, è stata la prestazione pessima.
Prestazione che ha portato l' allenatore, Neal Ardley, a scusarsi con i fan.
Queste le sue parole e considerazioni, dopo la gara: "Mi scuso con i fan, perchè siamo stati brutti, oggi.
Avevamo preparato i calciatori, in allenamento, per questo tipo di partita.
Sapevamo che il Bristol Rovers avrebbe rispettato il copione. Noi siamo scivolati via e devo chiedere scusa ai tifosi che ci hanno seguito fin qui.
Non esalterò la nostra prestazione, nel secondo tempo, in quanto abbiamo giocato davvero male, oggi.
Ho cambiato le tattiche, nel primo tempo, ma i giocatori hanno deluso noi e i tifosi.
In definitiva, devo considerare delle chiacchierate con loro, per questo motivo. Tuttavia, è difficile fare un discorso, quando i giocatori non hanno prodotto ciò per cui sono stati preparati".
A seguito di questa gara, i Dons sono 12°, con 26 punti, 6 dal 7° posto e 9 dal 23°.

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-reaction-on-rovers-1207342.aspx?

mercoledì 27 novembre 2013

Wimbledon - Dag&Red 1-1: Coach Ardley non è del tutto contento

Il goal di Smith (al 28') non è bastato, ai Dons, per portarsi a casa la ottava vittoria di questo campionato.
Infatti, la segnatura di Murphy, per i Daggers (al 58'), ha imposto ai padroni di casa un pareggio che lascia l' amaro in bocca e che mantiene i Wombles fermi al 10° posto, con 26 punti.
Lo stesso Neal Ardley si è detto tutt' altro che soddisfatto, per questo punto: "Pensavo fossimo solidi, nelle retrovie e abbiamo lavorato molto duramente e prodotto buone occasioni. Tuttavia, ho detto ai giocatori che, in questa categoria, i piccoli dettagli fanno la differenza. Abbiamo concesso un goal su un lancio, Sabato e ne abbiamo concesso un altro, stasera.
Nell' intervallo, avevevamo dato istruzioni su dove volessimo vedere i loro giocatori, in quanto volevamo tenerli lontani dal centro del campo.
Fondamentalmente, i nostri avversari hanno segnato perchè i giocatori non hanno svolto il loro compito.
Questa è l' unica cosa che mi dispiace, circa la prestazione.
Il Dagenham è una buona squadra e ha un attacco pericoloso. Non siamo stati fluidi quanto avremmo potuto, ma i ragazzi hanno speso tutto.
Penso che Michale Smith sia stato eccezionale, questa sera. Abbiamo lavorato moltissimo , con lui, in allenamento, specialmente Bass, sul colpo di testa e sulla finalizzazione".

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-reaction-1199690.aspx?

domenica 24 novembre 2013

Bury - Wimbledon 1-1: punto sudato e da non disprezzare

Forse si aspettavano qualcosa di più i 387 tifosi Dons che hanno seguito la squadra a Giggl Lane, ma questo 1-1, tutto sommato, non è un risultato da buttare via.
Come spesso si è detto, in questa categoria, passare in svantaggio, può essere un passaggio letale.
Nonostante un avvio affatto disprezzabile, gli uomini di Neal Ardley si sono trovati in svantaggio, a causa di un goal di Hylton, al 35'; i conti sono stati pareggiati da Moore, al minuto 66' e, nonostante una pressione costante, i Wombles non sono riusciti a portare a casa i meritati tre punti.
Il manager dei Dons, Neal Ardley, nel dopopartita ha reso merito a Moore, ma si è detto non troppo contento per la prestazione, nel complesso: "Non c'è nessuno onesto e diligente nei confronti della squadra, come Luke Moore.
Luke è rimasto fuori, in quanto ho percepito che avesse giocato troppe gare in poco tempo e che fosse un po' stanco. Ho lasciato che si rinfrescasse, ma è un calciatore fantastico, da poter avere in squadra.
In qualsiasi posizione venga schierato, svolge un lavoro encomiabile per la squadra.
Sono dispiaciuto, per la prestazione, in quanto non abbiamo passato la palla bene quanto avremmo potuto.
Non abbiamo messo abbastanza in pratico ciò che abbiamo fatto in allenamento, durante la settimana.
Abbiamo lavorato molto, è innegabile, ma nel possesso non siamo stati bravi.
Non abbiamo tenuto il possesso bene abbastanza da affermarci nella gara.
Questo è un punto accettabile, dopo quanto abbiamo concesso.
Ritengo che, nel primo tempo, non abbiamo giocato bene.
Abbiamo fatto meglio, nel secondo tempo, ma si è trattato di 15 minuti in cui abbiamo mostrato uno scarso slancio e non abbiamo avuto la forza di segnare.
Complessivamente, ritengo che si tratti di un punto sudato e che questo sia un campo difficile, su cui venire a giocare".

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-reaction-on-bury-1192474.aspx?

martedì 19 novembre 2013

Dons settimi nella classifica della media spettatori della L2 e formazione della gara contro il Barking

Il sito footballwebpages.co.uk ha pubblicato la media spettatori della League Two, la quale mette in evidenza come i Dons ottengano, in uno stadio con capacità ridottissima, è bene ricordarlo, un onorevolissimo settimo posto, con 4,243 spettatori.
Ecco la tabella completa:



Cambiando discorso, questa sera, i Dons fronteggeranno il Barking, squadra 10° nella Essex Senior Cup, nel primo turno di London Senior Cup.
Questi i convocati per stasera:

Billy Bishop, Seb Brown, Ryan Sweeney, Kieron Tarbie, Rhys Weston, Charlie Fayers, Jim Fenlon, Dan Pearse, Chace Jacquart, Tom Beere, Harry Cooksley, Kevin Sainte-Luce, Charlie Sheringham, Charlie Strutton, George Oakley.

http://www.footballwebpages.co.uk/attendances/leaguetwo
http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/cup-squad-for-tomorrow-1182570.aspx?

domenica 17 novembre 2013

Wimbledon - Portsmouth 4-0: il "derby" tra squadre "fans owned" viene stravinto dai Dons!

Doppio Frampton (34'; 74'); Moore (82'); Smith (91'): questi gli autori dei quattro goal che hanno regalato ai 4,605 accorsi a Kingsmeadow una gioia incredibile!
La roboante vittoria, nello scontro tra i due club di proprietà dei propri tifosi, ha portato i Dons al 9° posto, con 24 punti, a sole due lunghezze dalla zona playoff.
Dopo la gara, ai microfoni del Dons Player si é presentato il First Team Coach, Simon Bassey, il quale ha lodato il duro lavoro svolto, in allenamento, dai ragazzi.
"Abbiamo svolto un duro lavoro, sul campo d' allenamento, nelle ultime tre settimane.
Ci siamo applicati molto sulla nostra forma e sulla nostra resistenza. Penso che si sia notato il duro impegno della squadra, fina dalla gara contro l' Oxford. Contro il Coventry, la settimana scorsa, abbiamo offerto una eccellente prestazione, pur avendo perso. Oggi, abbiamo raccolto il risultato del nostro lavoro.
Siamo una squadra nuova ed abbiamo smesso di concedere il primo goal. Penso che sia fondamentale, a questo livello. Concedendo il primo goal, ci si accolla un incarico davvero duro.
Oggi, abbiamo segnato per primi e abbiamo chiuso la pratica a metà del secondo tempo. Ci siamo riusciti nel momento di massima pressione, da parte loro. Abbiamo chiuso la gara segnando due grandi goal e questo ha reso la vittoria prorompente.
Spero che, d' ora in poi, potremo contare su una maggiore compattezza, in quanto la squadra sta cominciando a modellarsi come gruppo".

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/simon-on-pompey-win-1178647.aspx?

martedì 12 novembre 2013

News: Kaid Mohamed torna a casa e la gara contro il Portsmouth fa già registrare il "sold out".

Cinque goal in dieci apparizioni. Questo il ricordo che Kaid Mohamed ha lasciato di sè, dalle parti di Kingsmeadow, nel 2011.
Fino al 4 Gennaio, il gallese avrà l' opportunità di ripetersi (se non, speriamo, di far meglio): é stato, infatti, tesserato dai Dons, con la formula del prestito, che scadrà proprio in quella data.
Contentissimo di questa operazione é Neal Ardley, il quale ha così commentato l' arrivo dell' attaccante: "Nel momento in cui abbiamo realizzato che Chris Arthur sarebbe rimasto fuori fino a Gennaio, abbiamo cominciato a guardarci intorno, dato che le scelte sono poche, in quel ruolo.
George Porter è in formissima, al momento, per ciò che concerne il lato destro, ma volevo più ritmo sulla sinistra. Luke Moore sta facendo un gran lavoro e George Francomb sta giocando sulla destra, ma non è il suo ruolo naturale.
Volevamo più ritmo e potenza, su quel versante e giocatori come Kaid non diventano disponibili troppo spesso.
Kaid arriva qui con un grande bagaglio di esperienza e con pedigree. Non siamo deboli al centro dell' area.
Se dovessimo schierare George su un' ala e Kaid sull' altra, potremmo assistere davvero a qualcosa di diverso."

A quattro giorni dalla sfida tra Wimbledon e Portsmouth, i due club di proprietà dei propri tifosi, si regirstra, già, il "sold out".
Per permettere agli altri tifosi dei Pompeys di assistere alla gara (i loro biglietti si sono esauriti settimane fa), il match verrà trasmesso in diretta a Fratton Park.

http://www.bbc.co.uk/sport/0/football/24902927?
http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/kaid-reaction-1169479.aspx?
http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/pompey-match-sold-out-1169410.aspx?

domenica 10 novembre 2013

FA Cup First Round: Wimbledon - Coventry City 1-3. Prestazione eccellente, ma si va fuori.

Finisce 1-3 per gli ospiti, ma si legge "prestazione eccellente e gran gioco espresso da parte dei Dons".
Infatti, a dispetto di un risultato che punisce il Wimbledon, va detto che i Wombles, in questo First Round di FA Cup, hanno offerto una prestazione a dir poco incoraggiante, al cospetto di un avversario, il Coventry City, molto più attrezzato.
Il goal di Smith, al 54', aveva illuso i tifosi accorsi a Kingsmeadow che l' impresa fosse possibile.
L' erroraccio di Brown, che ha permesso il goal del pareggio di Wilson, tre minuti più tardi e le altre due segnature, ad opera di Baker, al 60' e di una sfortunata autorete di Kennedy, al 70', hanno, però, spezzato sul nascere il sogno e mandato avanti gli Sky Blues.
Neal Ardley non riesce a trovarci del negativo, in questa sconfitta, ed elogia la prestazione dei suoi: "Volevo che i giocatori rendessero orgogliosi i tifosi ed il club e penso che siano stati eccellenti.
Il loro portiere é stato il migliore, nel corso della partita, ed avremmo potuto chiudere il primo tempo sul 3-0. Penso che, se non avessero segnato il goal del pareggio, avremmo vinto la partita.
Posso obiettare qualcosa sul secondo goal, ma non sul primo e sul terzo. Nessuno può dire nulla ai nostri giocatori per questi due goal. Seb ha commesso un errore e dobbiamo accettarlo. I goal cambiano le partite, ma si tratta della migliore prestazione della squadra, da quando sono qui. Il calcio che abbiamo proposto é eccezionale.
E' stata una grande prestazione da parte dell' intero gruppo. Da Martedì, fino a Venerdì, abbiamo lavorato su questa partita e i calciatori hanno fatto qualsiasi cosa avessi chiesto loro di fare.
Dispiace essere stati eliminati, in quanto tutti avremmo voluto andare al secondo turno.
Ci aspetta una settimana tranquilla, ora, e vogliamo essere sicuri di replicare questa bella prestazione, contro il Portsmouth".

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-coventry-loss-1163637.aspx?

giovedì 7 novembre 2013

FA Cup First Round: Wimbledon - Coventry. Atmosfera da "grande occasione", nel Sud di Londra!

Venerdì sera si fa un tuffo nel passato.
Ebbene sì, signori, perché a Kingsmeadow scenderanno in campo Wimbledon e Coventry City, per il primo turno di FA Cup, due club che, rispettivamente, 25 e 26 anni fa quella Coppa la portarono a casa, regalando ai propri tifosi, per la prima volta, la gioia della conquista di un trofeo.
La storia attuale é diversa, per entrambe. Da allora, i Dons hanno vissuto lo scempio "Milton Keynes", risalendo, faticasamente, la china; il Coventry City, dopo aver salutato il primo livello del calcio nazionale nella stagione 2000-01, ha ottenuto, come miglior piazzamento, un ottavo posto in Championship, nel campionato 2005-06, fino alla rovinosa caduta in League One, verificatasi l' anno scorso. A questo aggiungeteci le problematiche legate al nuovo stadio e il trasferimento a Northampton, per le gare interne, e il quadro é completo.
Nonostante tutto, però, la gara di domani sera ha ingenerato, nell' ambiente, una grande dose di entusiasmo, specie nel Sud di Londra. Basti pensare che, per l' occasione, ci sarà anche il tecnico della storica vittoria in FA Cup del 1988, Bobby Gould.


Un contributo a questa atmosfera da "serata speciale" l' ha data anche la notizia che il match verrà trasmesso in diretta televisiva, sull' emittente BT Sport.
In questi giorni si sono susseguiti i lavori di adeguamento degli impianti, per rendere possibile la diretta.
Ecco qualche foto:




Insomma, gli ingradienti per un' impresa ci sono tutti!
...e, allora, C'MON BOYS IN BLUES! YOU ARE THE SOUTH LONDON PROUD!

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/bobby-special-guest-1157229.aspx?
http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/fa-cup-preparations-1160241.aspx?

domenica 3 novembre 2013

Rochdale - Wimbledon 1-2: si torna alla vittoria in un match proibitivo!

Il goal di Frampton, al minuto 83' (che ha seguito quelli di Allen, per i padroni di casa, al 35' e di Moore al 54'), ha regalato ai Dons una vittoria sorprendente, quanto insperata, alla vigilia.
La partenza dei Wombles non é stata affatto negativa, con una buona pressione che ha portato alla conquista di due calci d' angolo. Con il passare dei minuti, però, il Rochdale é cresciuto e, al minuto 35', si é portato in vantaggio con un goal di Allen. La reazione degli ospiti c'é stata, ma Porter ha sprecato, mandando il pallone al lato della porta avversaria.
La scelta di Neal Arldey di non effettuare cambi, nell' intervallo, é stata premiata dal goal del pareggio, al 54', ad opera di Moore, abile ad insaccare in rete un pallone deviato, su punizione di Kennedy.
Il goal del pareggio ha donato ai Dons una nuova verve che li ha portati a costruire parecchie occasioni e a conquistare il bottino pieno, grazie al goal di Frampton, arrivato dopo la sosta di circa 25 minuti, dovuta al violento temporale, abbattutosi su "Spotlands Stadium".
Con questi tre punti, il Wimbledon si attesta al 15° posto, con 21 punti, a ben 10 lunghezze dalla zona retrocessione.
Il manager dei Dons, Neal Arldey, ha così commentato la vittoriosa trasferta: "Siamo felici di aver ottenuto i tre punti e anche se avessero pareggiato sarei stato orgoglioso dei ragazzi, per la prestazione offerta. Penso che il mese appena trascorso ci abbia fortificato. In allenamento, durante la scorsa settimana, ho visto i miei giocatori cercare di mettere in campo delle belle azioni, piuttosto che parlare. Per loro é importante far bene e non gli piace perdere. Lo staff ed i calciatori sono arrivati insieme, oggi, e quanche volta, quando lo si fa, capita di avere un po' di fortuna. Penso che la nostra prestazione, nel secondo tempo, sia stata eccellente".

domenica 27 ottobre 2013

Wimbledon - Oxford United 0-2: il momento negativo non accenna a fermarsi!

La situazione comincia a diventare davvero preoccupante. Quattro sconfitte nelle ultime sei partite, con soli due pareggi a portare punticini in classifica, manifestano un' involuzione che, seppur preventivabile, sta comportando un cambio di rotta troppo brusco, rispetto a quanto fosse lecito attendersi.
Una delle maggiori problematiche che la squadra sta mostrando é quella di essere poco concreta in attacco e di commettere errori grossolani in fase difensiva.
La gara di ieri non si é allontanata troppo da questo copione. L' Oxford united ha creato poco, rispetto ai Dons, ma é stato abilissimo nello sfruttare due delle occasioni a disposizione (con Constable al 6' e Smalley, su rigore, all' 82') e a non concedere nulla, in fase difensiva.
La classifica, per ora, rimane tranquilla: la quindicesima posizione e gli otto punti dalla zona retrocessione sarebbero soddisfacenti, se confermati al termine della stagione, ma, per fare ciò, é necessaria un' inversione di tendenza.
Il manager dei Wombles, Neal Ardley, ha così commentato la sconfitta, arrivata di fronte ai 4.685 del Kingsmeadow: "Tutto ciò che posso fare é cercare di mantenere la positività intatta, tra i miei ragazzi. Devo accompagnarli all' uscita di questo periodaccio ed é un mio compito. Ci siederemo insieme, quando torneremo ad allenarci, la prossima settimana, e saremo sicuri di essere sulla stessa lunghezza d' onda. L' unica via per uscirne é lavorare e, da parte mia, infondere loro fiducia. Stiamo cercando di ritornare alle basi, da un paio di settimane, ma non c'é  una formula magica, per fare ciò. Mi prenderò ogni critica che mi verrà mossa. E' la mia squadra e non cerco di nascondermi dietro attenuanti. Smaltirò i colpi, cercando di svoltare. Sappiamo tutti cosa stiamo cercando di realizzare. Sono fiducioso, circa il fatto di avere a disposizione una buona squadra, in quanto non si può, d' improvviso, dimenticarsi come si vincono le partite.
Credo che la tendenza cambiera; tra noi speriamo che ciò avvenga presto.
Sul primo goal, li abbiamo lasciati crossare e colpire di testa indisturbati e ci siamo trovati a rincorrere. Mi sono scervellato, nel secondo tempo, pensando a come potessimo tornare in partita.
Questa situazione é stata la normalità, nelle ultime sette-otto partite e non una rarità.
I ragazzi hanno fatto quanto potevano? Penso che l' approccio alla gara sia stato corretto. Abbiamo cercato di essere coraggiosi, giocando con il 4-4-2 e mantenendo un ritmo alto. Abbiamo commesso errori in entrambe le aree. Loro hanno sfruttato le proprie occasioni e si sono mostrati solidi; questa, in definitiva, é la storia di questa partita".

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-oxford-loss-1137028.aspx?

mercoledì 23 ottobre 2013

Hartlepool - Wimbledon 3-1: un errore stupido rovina una gara giocata brillantemente

"Non siamo una squadra da primi quattro posti, o che possa arrivare tra i primi sei".
Parole che Neal Ardley ha pronunciato alla vigilia della gara contro l' Hartlepool e che sono suonate come una sorta d' avvertimento.
I Dons, infatti, sono usciti sconfitti da "Victoria Park", nonostante una prestazione tutt' altro che negativa.
Il manager dei Dons, per la gara, ha scelto di scendere in campo con gli undici di Morecambe, disposti in campo con la stessa organizzazione tattica.
Pronti, via e Smith sfiora il goal, seppur in fuorigioco. E' un Wimbledon brillante, quello di inizio partita, e che costringe il portiere degli avversari, Scott Flinders, a fare gli straordinari, per salvare la propria porta.
L' Hartlepool, però, é una squadra in forma e tremendamente cinica. Alla mezz'ora, Bennett interviene su James Poole, causando un rigore, con cui i Monkey Hangers si portano in vantaggio.
Nonostante Smith sfiori immediatamente il pareggio, il primo tempo si chiude sul risultato di 1-0.
Il secondo tempo, ripropone, immediatamente, il copione del primo, con un Wimbledon in palla e pericoloso.
Al 66', un fallo di Baldwin su Porter su Porter procura ai Wombles il rigore con cui Pell riporta il risultato sull' 1-1.
Purtroppo, questa situazione dura poco: una palla lunga lanciata da Walton viene gestita male dalla difesa dei Dons e James punisce la disattenzione, riportando in vantaggio la sua squadra.
A questo punto, tutti gli equilibri in campo sono saltati e, con i Wombles alla ricerca del pareggio, Dolan ha trafitto di nuovo la porta di Worner, stabilendo il risultato sul 3-1.
Nel dopopartita, Neal Ardley si é mostrato tutt' altro che felice, dinanzi ai microfoni: "E' difficile commentare questa gara, in quanto pensavo che, una volta raggiunto il pareggio, avremmo potuto vincerla. Purtroppo, abbiamo sprecato tutto. Sono davvero dispiaciuto, perché avevamo preparato al meglio la gara, ma ci siamo suicidati, con errori stupidi. Il risultato di 3-1 é assolutamente bugiardo.
Sono arrabbiatissimo per come é maturato il loro secondo goal. E' un goal tremendo da concedere, in qualsiasi situazione."

domenica 20 ottobre 2013

Morecambe - Wimbledon 1-1: un punto prezioso, su un campo difficile!

Al "Globe Arena" di Morecambe finisce 1-1 in una gara che ha visto scendere in campo un Wimbledon, decisamente, migliore di quello delle ultime due settimane e sceso in campo con un 4-5-1, in cui Sweeney e Fenlon hanno rimpiazzato, rispettivamente, Midson e Kennedy.
L' avvio della squadra é stato tutt' altro che disprezzabile, ma il Morecambe ha subito confermato di essere una delle migliori formazioni della categoria, portandosi in vantaggio al 8' minuto, con goal di Ellison.
Nonostante un' apprezzabile reazione, da parte dei Dons, il primo tempo si é chiuso sul risultato di 1-0.
La svolta, per i Wombles, si é avuta nel secondo tempo, giocato subito ad alti livelli. Al minuto 51', Smith ha riportato il risultato in parità, regalando un punto alla sua squadra, ora appollaiata all' undicesimo posto, con 18 punti, con un distacco dalla zona playoff di appena due lunghezze.
L' allenatore del Wimbledon, Neal Ardley, ha così commentato la prestazione dei suoi: "Il goal di Ellison é stato bellissimo, anche se avremmo potuto evitarlo. A parte questo, però, non ricordo che il Morecambe ci abbia messo in difficoltà, cercando il goal. Quando si gioca contro una squadra imbattuta da otto turni, bisogna mostrare un po' di rispetto. Man mano che la gara andava avanti, siamo riusciti a rimanere fedeli al nostro piano e questo mi fa piacere".
Il manager ha, poi, spiegato la scelta di reinserire Sweeney nel centrocampo della formazione: "Se fuori casa ti presenti con due attaccanti, seppur in forma, si tratta di una mossa piuttosto coraggiosa. Tuttavia, le ultime due gare hanno dimostrato come abbiamo dovuto sforzarci, per produrre occasioni e goal. Per questo motivo, abbiamo pensato che sarebbe stato un rischio venire qui a giocare con due attaccanti e, quindi, abbiamo deciso di giocare con una sola punta. Questa scelta ci ha permesso di dare un' altra fisionomia al centrocampo e di conquistare quella zona di campo.
Penso che la squadra abbia fatto molto bene. Non é facile quando ti ritrovi in svantaggio, poiché pensi a rincorrere. Tuttavia, siamo rimasti calmi, convinti che le opportunità giuste ci si sarebbero presentate. Puntualmente, ciò é avvenuto e si é trattato di un buon cross di George (Porter), finalizzato, ottimamente, da Michael (Smith). Penso che, oggi, la squadra sia apparsa come una minaccia e George sia stato eccellente".

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-shrimps-1122766.aspx?


venerdì 18 ottobre 2013

New Plough Lane: arrivano le prime polemiche da parte dei contendenti!

La competizione per aggiudicarsi l' area dell' attuale "Greyhound" sta entrando nel vivo, con tutte le conseguenze del caso.
I sostenitori del progetto "cinodromo", nelle vesti del gruppo denominato "We Want Wimbledon" (WWW), hanno scritto al Secretary of State for Communities and Local Government, Eric Pickles, per protestare riguardo a presunti favoritismi riservati al progetto del nuovo Plough Lane da parte del Merton Council, accusato di "mostrare pregiudizio nei confronti del multi milionario progetto del nuovo cinodromo".
Floyd Amphlett, esponente del WWW, ha rilasciato queste dichiarazioni: "Crediamo che il Merton Council sia giunto ad un compromesso con l' AFC Wimbledon, dopo le discussioni per il rimpiazzo del cinodromo con un nuovo stadio di calcio, nonostante il club non abbia alcun diritto morale sul sito e sembri non avere fondi a sufficienza per assicurarselo."
L' organizzazione ha reso noto che il Council sarà tenuto sottocontrollo, onde evitare che vi sia alcuna cospirazione atta a sfrattare le corse di cani dalla loro casa storica, da 85 anni a questa parte.
Tuttavia, é notizia di poco meno di una settimana fa, i tifosi hanno ricevuto, in occasione della gara interna pareggiata contro l' Accrington, il progetto dell' ambizioso piano del club che, in quell' area vorrebbe costruire uno stadio da 20.000 posti che gli permetterebbe di tornare a casa, dopo il lungo esilio cominciato nel 1991.
Questo progetto non é affatto condiviso dal magnate, irlandese, Paschal Taggart, intenzionato ad investire £60m per trasformare il cinodromo nel "The Royal Ascot" delle corse canine.
Il leader del Wimbledon Council, Stephen Alambritis, ha smentito che il Merton Council preferisca una proposta, piuttosto che un' altra. Queste le sue parole: "Entrambi i contendenti hanno le loro uguali possibilità di veder accogliere i propri progetti e devono tener conto della realizzabilità, dal punto di vista finanziario, dei loro piani. Potrebbe anche venirsi a verificare una situazione in cui le due parti condividano l' impianto.
Penso che il gruppo (WWW) sia preoccupato dalla possibilità che Londra perda la sua ultima pista per corse di cani e lo siamo anche noi; tuttavia, il Council non ha preferenza per una delle due proposte."

http://www.thisislocallondon.co.uk/news/10746002.Pressure_group_complain_to_minister_over_Merton_Council__favouritism__of_AFC_stadium_bid/

lunedì 14 ottobre 2013

Wimbledon - Accrington Stanley 1-1: pareggio sofferto e nuova frenata, per le ambizioni della squadra

Finisce 1-1, davanti a 4.585 spettatori accorsi al Kingsmeadow, la gara tra Dons ed Accrington Stanley.
Una partita che, sulla carta, avrebbe dovuto vedere i padroni di casa passare facilmente su un Accrington in enormi difficoltà (lo testimoniano i soli 3 punti raccolti in 11 incontri), ha visto, invece, i Wombles acciuffare solo al minuto 86', grazie a Bennett, un pareggio che sembrava, ormai, insperato. In un primo tempo pressoché soporifero, infatti, ci aveva pensato Odejayi, al 17', a portare in vantaggio la squadra ospite che, dopo la fortunosa segnatura, nata da un malinteso tra Midson e Pell, si era chiusa a riccio, impedendo qualsiasi manovra agli uomini di casa.
Coach Ardley, dopo il fischio finale, non é apparso affatto soddisfatto della prova dei suoi, tanto da definirla "frustrante".
Queste le sue parole: - Sono contrariato per quanto visto nell' arco dei 90 minuti. Questo campionato é spietato e può capitare che il livello di una squadra cali, proprio quando sta lottando. La cosa più negativa é che, per tutta la gara, i ragazzi sono apparsi nervosi e privi di fiducia. La gente era convinta che avremmo dovuto vincere questa gara, ma lo credevamo anche noi.
La prestazione é stata particolarmente negativa nel primo tempo, in cui siamo stati disorganizzati. Abbiamo messo in campo un ritmo basso e siamo stati letargici e poco intelligenti, nel nostro modo di giocare.
Quando abbiamo svoltato e ci siamo allungati, siamo riusciti a creare loro dei problemi, ma ci siamo limitati a fare questo. Abbiamo attuato un gioco che non ci ha portato da nessuna parte. Abbiamo cercato di trasmettere ai giocatori il messaggio di dover giocare più velocemente e di dover far girare maggiormente la palla, ma non lo hanno fatto. I giocatori si sono mostrati fragili, con un livello di fiducia calato e i tifosi, giustamente, non sono stati felici della prestazione.
Ho già detto che siamo ancora un cantiere aperto e che é normale, in questa situazione, essere discontinui.
Naturalmente, questo non mi rende meno frustrato e dispiaciuto per la gara giocata. Almeno, rimane la consolazione di aver preso qualcosa da questa gara, che é l' unica cosa positiva che possiamo considerare oggi.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-accy-draw-1111338.aspx?

mercoledì 9 ottobre 2013

Surrey Senior Cup: Badshot Lea - Wimbledon 0-4

La competizione non sarà delle più importanti, ma vincere, a maggior ragione 4-0, fa sempre piacere.
Ieri sera, i Dons hanno calato il poker sul campo del Badshot Lea, team di Combined Counties Premier, in un incontro valido per il Second Round della Surrey Senior Cup.
Questa gara ha offerto l' occasione di testare molti giovani interessanti, tra cui ha spiccato Oakley, autore di una doppietta. Gli altri goal sono stati di Beere e Majeed.
Questa, la formazione scesa in campo:

AFC Wimbledon: Seb Brown, Kieron Tarbie, Charlie Fayers, Chace Jacquart, Will Antwi (Oluseyi Daley), Rhys Weston (Dan Gallagher), Will Nightingale, Harry Cooksley, Tom Beere, George Oakley (Nas Majeed), Dan Pearse.

Nel prossimo turno, i Wombles affronteranno la vincente tra Whyteleafe o Carshalton.

domenica 6 ottobre 2013

Wimbledon - Northampton 0-2: Neal Ardley non scusa i propri ragazzi.

Nessuno davvero ha mai creduto che i Dons potessero mantenere inviolato il terreno di casa, durante l' intero arco della stagione; pochi, però, pensavano che la prima sconfitta potesse arrivare contro una squadra come il Northampton che, dopo aver sfiorato la promozione, nello scorso campionato, ha cominciato l' attuale  in maniera disatrosa, collezionando, fino alla gara di ieri, cinque punti in nove partite.
Tuttavia, si sa, il calcio non é una scienza esatta e i goal di Collins (al 20') e di Dallas (al 73'), hanno condannato i Wombles alla prima sconfitta casalinga e a riflettere sul perché di una prestazione talmente scialba, sicuramente, la peggiore della stagione. Pochi spunti, pochissime occasioni da goal e difficoltà nel portare avanti la manovra, contro una squadra che, comunque, ha saputo difendersi davvero molto attentamente.
Il manager dei Dons, Neal Ardley, non cerca scusanti per la brutta prestazione dei suoi ragazzi.
Queste le sue parole, nel dopopartita: - Durante la settimana, avevamo lavorato sui movimenti e sui tempi di inserimento in area ed eravamo tutti sulla stessa lunghezza d' onda; tuttavia, non siamo riusciti a mettere tutto ciò in pratica, oggi. Siamo stati troppo disattenti, in difesa, ed abbiamo riproposto un copione già visto, concedendo un goal. Non faccio nomi, ma ho parlato con un paio di persone. Non sono intenzionato a difenderli, come ho fatto la settimana scorsa. La squadra non ha reso abbastanza. Avevamo organizzato la squadra per neutralizzare il modo in cui giocano, ma se concedi un goal, come da copione, ti ritrovi a rincorrere e dai loro la possibilità di rimanere attaccati a qualcosa.
Avevamo preparato i ragazzi, mettendoli in guardia su che tipo di gioco avrebbero dovuto mettere in campo, ma devo fare i miei complimenti al Northampton. Adie Boothroyd li ha messi bene in campo, hanno offerto un' ottima prestazione e meritato, pienamente, di vincere. Tuttavia, non abbiamo fatto abbastanza; abbiamo messo in mezzo 30 cross, ma non ne abbiamo finalizzato neanche uno.
Tutto ciò che possiamo fare, ora, é rimboccarci le maniche. L'ho fatto spesso, la scorsa stagione e ho detto ai ragazzi che, ora, dobbiamo ripartire e andare avanti. Ci siamo sempre rialzati subito dalle sconfitte e questa é la prima volta in cui dobbiamo fronteggiare un duplice stop. Questa é, probabilmente, la prima brutta prestazione, dopo quella in casa dell' Exeter e si é trattato di otto gare fa. Non abbiamo fatto abbastanza bene, ma sono convinto che non sia il caso di preoccuparsi.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-reaction-oct-5-1097488.aspx?

domenica 29 settembre 2013

Cheltenham - Wimbledon 1-0: una sconfitta che ha il sapore della beffa!

Perdere, nel calcio, fa parte dell' ordine naturale delle cose; quando, però, la sconfitta arriva al 90', a seguito di una gara in cui non si é particolarmente demeritato, brucia particolarmente.
Il goal di Cureton, al 90', ha inflitto ai Dons il secondo stop stagionale, portandoli a retrocedere di qualche posizione in classifica, attestandosi in un, comunque onorevolissimo, settimo posto.
L' allenatore dei Wombles, Neal Ardley, non fa drammi, né colpevolizza i suoi: - Penso che i cinque di difesa siano stati eccellenti per la maggior parte del match e il team abbia lavorato duramente. Per i primi 25 minuti del primo tempo, abbiamo fatto buone cose e siamo apparsi come una squadra sicura di sé.
Un minuto prima del loro goal, stavo pensando che il mio responso sulla gara sarebbe stato che avevamo profuso un duro lavoro ed una prestazione di grande professionalità. Dovrei cambiare idea per il goal subito all' ultimo minuto? E' difficile, perché penso che non dovrei criticare i giocatori. Non hanno bisogno che dica loro niente, perché sono distrutti.
Abbiamo bisogno di ripartire, offrire una buona prestazione e raccogliere punti.-

 http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-chel-loss-1083470.aspx?

venerdì 27 settembre 2013

Cheltenham - Wimbledon prewiew

Classifica alla mano, la gara di domani, che vedrà impegnati i Dons contro il Cheltenham dovrebbe essere una formalità. Tuttavia, il calcio, soprattutto quello d' Oltremanica, insegna come non esistano partite facili e partite difficili.
L' entusiasmo, tra i tifosi dei Wombles é alle stelle, un po' per l' ottimo cammino della squadra in queste prime otto giornate, un po' per la proposta presentata al Merton Council, circa l' acquisto del sito del Greyhound, dove dovrebbe sorgere il nuovo Plough Lane.
Neal Ardley sa bene, però, come nessun impegno vada sottovalutato. Il Cheltenham, poi, non evoca in lui dei bei ricordi, dato che proprio contro i Robins arrivò la prima sconfitta della sua gestione, nella prima uscita sulla panchina dei Dons (1-2 il risultato finale).
Il tecnico, per la gara di domani, dovrebbe scegliere gli stessi 18 che hanno partecipato all' impegno contro il Burton Albion, la scorsa settimana. Queste le sue parole: -Nella gara contro l' Exeter non effettuammo cambiamenti e questo ci condizionò dal punto di vista della prestazione offerta. Contro il Chesterfield, invece, ci siamo trovati di fronte la squadra potenzialmente più forte della categoria che sta attraversando un grande momento di forma. Abbiamo giocato bene contro lo York e vorremmo offrire una prestazione simile, Sabato.
Sono sempre sospettoso, quando mi trovo di fronte "animali feriti" e sono sicuro che Mark Yates avrà spremuto al massimo i suoi ragazzi, negli allenamenti settimanali. Offriranno una grande prestazione e dobbiamo farci trovare pronti.
Ancora fuori Antwi e Saint-Luce.

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-on-cheltenham-test-1081285.aspx

lunedì 23 settembre 2013

Neal Ardley: "L' imperativo é mantenere i piedi per terra!"

Neal Ardley mette tutti in guardia dal non perdere di vista l' obiettivo, con sogni di promozione: - Ci sono ancora 37 punti da fare (l' anno scorso, i Dons si sono salvati raggiungendo quota 53 punti). L' anno scorso, in questa categoria, ci sono state squadre che sono partite alla grande ed hanno concluso il campionato lottando per non retrocedere. Se fra una decina di partite saremo ancora in questa posizione, potremo cominciare a parare di un possibile "obiettivo promozione". Tuttavia, fino ad allora, non tentiamo la sorte, manteniamo i piedi per terra, manteniamo i nervi saldi, anche dopo una sconfitta.-

http://www.london24.com/sport/ardley_warns_against_promotion_talk_as_dons_plan_is_still_to_beat_the_drop_1_2795469

domenica 22 settembre 2013

WIMBLEDON - BURTON ALBION 3-1: cancellato il passo falso di Chesterfield!

WIMBLEDON - BURTON ALBION 3-1

0-1 McGurk 30'
1-1 Pell 55'
2-1 Midson 69'
3-1 Frampton 74'

AFC Wimbledon: Ross Worner, Barry Fuller, Callum Kennedy (Chris Arthur), Sammy Moore, Andy Frampton, Alan Bennett, George Francomb (George Porter), Harry Pell (Peter Sweeney), Michael Smith, Jack Midson, Luke Moore.
I Dons liquidano con un secco 3-1 il temibile Burton Albion e volano, così, al terzo posto in solitaria.
Davanti a 4.005 spettatori, i padroni di casa hanno disputato un primo tempo non esaltante, caratterizzato dall' espulsione del centrocampista degli ospiti, Marcus Holness, e dal vantaggio dei birrai al 30', con McGurk.
La mossa vincente, all' inizio della ripresa, é stata compiuta da Neal Ardley, con la doppia sostituzione che ha visto subentrare Arthur al posto di Kennedy e Porter a rimpiazzare Francomb.
L' impatto dei subentrati, in particolar modo di Arthur, é stato devastante, sia dal punto di vista del gioco prodotto, sia per la sua partecipazione nelle azioni dei goal.
Con questa vittoria, i Wombles mantengono la eccellente percentuale del 100% di vittorie casalinghe e cancellano immediatamente la caduta della scorsa settimana a Chesterfield.

Neal Ardley, dopo la gara, si dice molto contento della vittoria e rende merito a Chris Arthur per il cambio di passo dei suoi, nel secondo tempo: - Sono sicuro che ci fossero degli scettici, fra i nostri tifosi, quando lo abbiamo ingaggiato (il riferimento é a Chris Arthur). E' stato il nostro primo acquisto e la gente si é chiesta dove saremmo andati con un giocatore che proveniva da due categorie inferiori. Ma hanno potuto ammirare un calciatore con un grande potenziale. Nonostante tutto, mi sto ancora occupando della sua crescita. Lo staff sta lavorando accuratamente su di lui ed arriverà un momento in cui decideremo di lasciarlo libero.
Abbiamo dei buoni giocatori e la nostra mentalità casalinga é molto offensiva. Si tratta di una trasferta difficile da affrontare per le varie squadre e devono lavorare molto, per portare via qualcosa. Abbiamo perso solo una gara, nel 2013 (il riferimento é, naturalmente, alle gare casalinghe), e, quella, é stata una partita di cui ancora ci domandiamo come abbiamo fatto a non guadagnare punti.
Il primo tempo, oggi, é stato come una partita di allenamento. Abbiamo dovuto sollevare i nostri tifosi, a causa della mancanza di ritmo, ma li abbiamo rivitalizzati nel secondo tempo. Abbiamo, leggermente, cambiato la nostra forma e messo le persone nelle giuste posizioni.
Dopo l' espulsione e il loro goal abbiamo perso il nostro slancio, ma, nell' intervallo abbiamo parlato ed abbiamo operato delle sostituzioni. Anche allora, nessuno garantiva che le sostituzioni avrebbero cambiato l' andamento della gara, ma penso che la squadra sia stata eccellente, nel secondo tempo.-

 http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/the-dons-against-albion-1067596.aspx?
http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-on-albion-win-1068098.aspx?

giovedì 19 settembre 2013

Presentato il piano per il nuovo stadio al Merton Council.

Il tanto chiacchierato avvio dei lavori per un ritorno a casa é diventato realtà!
Il piano per la costruzione di un nuovo impianto,a Plough Lane, sul sito dell' attuale cinodromo é stato sottoposto al Merton Council, come parte di un processo di assegnazione di scopo per varie zone del Borough che terminerà con l' assegnazione di un rispettivo uso.
Il Wimbledon, naturalmente, sta lavorando, con Galliard Homes, per far sì che il sito interessato venga destinato ad uso di stadio calcistico.
Il progetto prevede la costruzione di un impianto con capienza iniziale di 11.000 posti (da poter aumentare fino a 20.000, qualora la crescita della squadra lo richiedesse), in cui vi siano ristoranti e sale per le conferenze; 600 unità residenziali e negozi e strutture per la comunità.
Il costo dell' operazione sarebbe di £ 16 mln, che verranno presi dai diritti di denominazione dell' impianto, da donazioni della comunità e da altre attività di sviluppo.
Della questione ha parlato il Chief Executive dei Dons, Erik Samuelson.
Queste le sue parole: - C'é una lunga strada davanti a noi, perché i nostri piani diventino realtà.
Prima di poter presentare un progetto vero e proprio, ci sono altri due ostacoli da superare.
Innanzitutto, dovremo ottenere il parere favorevole del Merton Council circa la destinazione a stadio di calcio del sito. In un secondo momento, la designazione dovrà essere rivalutata da un ispettorato indipendente. Questo secondo parere interesserà tutte le aree di Merton ed é probabile che il risultato non sarà noto prima di Marzo 2014.
Se dovessimo ricevere questi due pareri favorevoli, potremmo presentare il nostro progetto in primavera, il quale potrebbe richiedere molti mesi, per essere approvato. Seppur con il vento a favore, potrebbero volerci due anni, prima che i lavori comincino sul sito.
Va, inoltre, ricordato che questo processo é molto competitivo, a causa della presentazione, da parte dei nostri rivali, di un piano per costruire un nuovo cinodromo, con zone residenziali e commerciali annesse.
L' AFC Wimbledon é un club di proprietà della Comunità. Stiamo portando avanti un gran progetto per riqualificare un' area degradata, con uno stadio che sarà al cuore della Comunità. Come abbiamo spiegato nel piano presentato, fin dalla nostra formazione, nel 2002, siamo stati attivi, a Merton, in un larghissimo ventaglio di attività, nonostante, al momento, si sia stabiliti a Kingston upon Thames. Rilocarci nella zona che rappresentiamo ci offrirebbe un' eccezionale opportunità di incrementare sempre più il nostro coinvolgimento. Chi ci conosce osserva che stiamo seguendo una strada prudente e che lo studio di sostenibilità a nostro supporto é molto solido.
Questo é un passo importante, per il nostro desiderio di tornare a casa e perseguiremo il nostro obiettivo in maniera vigorosa e positiva.-

  http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/stadium-announcement-1064509.aspx?

Questo é il video dell' intervista:


domenica 15 settembre 2013

Chesterfield - Wimbledon 2-0. Adesso, l' imperativo é ripartire!

Sconfitta secca, contro il Chesterfield, in una partita giocata decisamente sottotono dai Dons.
I goal di Roberts al 30' e di Hird al 53' fanno scivolare i Wombles al 7° posto, ancora in pienissima zona playoff, e offrono un primo quadro di quella che, realmente, é la caratura di questo collettivo.
Pensare ad una promozione diretta, per una squadra che, in estate, ha smantellato e ricostruito sarebbe utopia, specie al cospetto di molte formazioni più attrezzate; i playoff, però, potrebbero non costituire un obiettivo irraggiungibile.
L' obbligo, dopo questo stop, é quello di ripartire con lo stesso entusiasmo di prima. D' altronde, lo spirito della Crazy Gang non é certo quello di arrendersi alla prima difficoltà.
Neal Ardley prende con molta filosofia questa sconfitta. Queste le sue parole, dopo la gara: - Questa gara ci da un' idea chiara del punto in cui ci troviamo ed é un qualcosa di molto importante da cogliere.
Martedì, avevamo avuto un dialogo con i ragazzi e deciso che volevamo valutare a che punto fossimo.
Penso che abbiamo avuto modo di valutare quale sia il punto di riferimento, oggi.
Loro hanno un' ottima squadra e questo ci ha dato modo di constatare che siamo carenti, in certe cose e che abbiamo bisogno di migliorare le nostre prestazioni.
L' ultima volta a Chesterfield, penso che la mia squadra non abbia effettuato un tiro in porta; oggi, invece, ne avremmo potuto segnare cinque.
Il loro portiere ha effettuato un duplice salvataggio su Michael Smith e penso che quei momenti abbiano cambiato la gara. So che loro hanno avuto delle occasioni, prima di andare in vantaggio, ma se fossimo riusciti a segnare il goal del 1-0, sarebbe stato un qualcosa a cui aggrapparsi.
Comunque, non possiamo lamentarci, perché la squadra migliore ha vinto.
Ho posto, ai ragazzi, un nuovo obiettivo, dicendo loro che, la prossima volta, dovremo accertarci che non ci sia più tanta differenza tra le due squadre.-
Il tecnico parla, poi, del prossimo impegno della squadra, contro un' altra squadra molto dura, che lotta per la promozione, il Burton Albion: - Bisognerà vedere come reagiremo e se mostreremo miglioramenti nelle cose in cui dobbiamo migliorare. Ci aspetta un' altra settimana molto difficile, la prossima settimana, e ho detto ai ragazzi che se dovessimo incappare in due-tre sconfitte nel cammino sarebbe più difficile rialzarsi.
Dobbiamo cercare di far fruttare la nostra settimana di allenamenti e cercare di riprenderci subito.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-on-spireites-1053914.aspx?

venerdì 13 settembre 2013

Chesterfield - Wimbledon prewiew

Sfida d' alta quota quella che attende i Dons, Sabato, al "B2net Stadium" di Chesterfield.
Infatti, i Wombles, terzi, andranno ad affrontare gli Spireites, primi.
Impegno affatto semplice, ma in cui il Wimbledon non parte affatto sconfitto.
Neal Ardley ha presentato così l' impegno dei suoi ragazzi: - E' bello essere coinvolti in scontri d' alta classifica e non affrontare queste gare da squadra di bassa classifica, come succedeva lo scorso anno.
Andiamo lì con il morale alto, dopo tre vittorie, e qualsiasi cosa succederà ci permetterà di scoprire molto su noi stessi. Il Chesterfield ci causerà molti più problemi che lo York. Hanno un' ottima squadra. Hanno assunto un ottimo elemento in Leam Richardson (assistant manager), il quale ha svolto un gran lavoro ad Accrington ed hanno, ovviamente, ingaggiato ottimi giocatori.
Andiamo ad affrontare questa sfida senza alcun timore. Non affronteremo la partita giocando in difesa e cercando di bloccare il loro gioco. Cercheremo di imporre il nostro gioco, quando saremo in possesso del pallone, ma non sarà facile come dirlo. Se una squadra ti sta causando problemi, é facile ritrovarsi schiacciati e giocare in maniera difensivista.
Abbiamo lavorato duramente Martedì e Giovedì sulla nostra forma e sul modo in cui vorremo giocare.
Venerdì completeremo il tutto, lavorando su come agire quando avremo il pallone. Penso che i giocatori vogliano essere padroni della propria prestazione e cercheranno di esplodere in questa partita. Se andremo lì ed il Chesterfield si dimostrerà migliore di noi, pazienza. A noi importa andar lì e giocarcela bene.-
Il coach potrà contare sul rientrante Rhys Weston.

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-on-saturday-1049423.aspx?

mercoledì 11 settembre 2013

Take us home, Merton Council!

Prendendo in prestito un vecchio coro dei tifosi del Fulham, verrebbe da dire: TAKE US HOME, MERTON COUNCIL.
Infatti, nella mattinata di ieri, il club si é trovato a discutere, con lo stesso Merton Council, le modalità di un possibile ritorno a casa, a Plough Lane.
Il sito individuato dalla società, che la stessa vorrebbe comprare e sviluppare, é quello dove, attualmente, sorge il "Wimbledon Stadium", utilizzato per corse di cani.
Compiere questo ulteriore passo significherebbe, per il club e i suoi tifosi, tornare, di fatto, a casa e dimostrare che, nel calcio, non sempre i soldi l' hanno vinta.
Novità sull' incontro si avranno solo nella giornata di Venerdì.

domenica 8 settembre 2013

York - Wimbledon 0-2: spettacolo e terzo posto!

In molti pensavano che Neal Ardley avrebbe messo su una sqaudra in grado di portare avanti un campionato tranquillo; pochi, però, potevano immaginare che i Dons, dopo sei giornate, si sarebbero ritrovati al terzo posto, guardando dall' alto squadre più quotate.
La doppietta di Smith (31' e 73') non ha regalato solo tre, importantissimi, punti, ma ha anche dato, ai tifosi dei Dons l' opportunità di sognare: molto probabilmente, quella attuale non sarà la posizione di classifica a fine campionato, ma pensare che, se finisse oggi, i Dons sarebbero in League One, non può non emozionare. solo undici anni fa, qualcuno ha cercato di cancellare, dal panorama calcistico nazionale il nome Wimbledon, in nome degli affari e del business; oggi, il Wimbledon ed i suoi tifosi sono ancora vivi e, di anno in anno, marciano per riprendersi ciò che gli é stato tolto.
Un contentissimo Neal Ardley ha parlato così, nel dopopartita: - E' la classica vittoria fuoricasa. Durante la settimana, abbiamo parlato con i giocatori e sapevamo che questa partita non sarebbe stata una passeggiata; la parte difficile abbiamo dovuta affrontarla all' inizio. Ne avevo parlato molto ultimamente e siamo arrivati qui e giocato una gara da squadra solida. Non sto migliorando altro che questo aspetto. Abbiamo concesso loro pochissime occasioni.
Ci é mancata un po' di energia e di ritmo, nel primo tempo, ma, nel secondo tempo, abbiamo alzato il ritmo e abbiamo giocato molto più tranquillamente.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-reaction-on-york-1041362.aspx?

venerdì 6 settembre 2013

Neal Ardley mette in guardia sulle insidie del mese di Settembre

Neal Ardley mette in guardia l' ambiente sul mese difficile che aspetta i suoi ragazzi e che li vedrá impegnati contro York, Chesterfield e Cheltenham fuoricasa e con il Burton Albion tra le mura amiche (questa gara verrá giocata tra le trasferte di Chesterfield e Cheltenham). Queste le sue parole: - Ho sempre detto che Settembre costituirá un grande esame, per noi. Potrebbe darci un grande slancio, o farci capire che c'è ancora molto da lavorare. Ottobre e Novembre non si preannunciano più semplici. Abbiamo fatto un discreto precampionato e chiunque potrebbe essere indotto a pensare che siamo una buona squadra, ma non si sa mai come possono andare le cose. Al momento, tutto sta procedendo bene e guardare la classifica é piacevole. Non sto cercando di mettere da parte tutto questo. Non saprei indicare quale sia il mio "11 titolare", ma fare punti é un' abitudine piacevole.-

http://www.bbc.co.uk/sport/0/football/23980911?












mercoledì 4 settembre 2013

Johnstone's Paint Trophy: Brentford - Wimbledon 5-3

Punteggio pirotecnico tra Brentford e Wimbledon a "Griffin Park": passano le Bees, ma i Dons, nel finale, riescono a rendere il risultato meno pesante.
La sequenza delle reti:

1-0 El Alagui 42'
2-0 Norris 52' 
3-0 El Alagui 54'
3-1 Fenlon 56'
4-1 Nugent 64'
5-1 Venta 69'
5-2 Francomb 82'
5-3 Sweeney 90'

Il coach dei Dons, Neal Ardley, é piuttosto contento della prova dei suoi.
Queste le sue parole: -Penso che, guardando la prestazione nel complesso, la prova dei ragazzi sia stata positiva e che siamo apparsi una minaccia per l' intera partita. Se fossimo stati più convinti, starei gioendo per questo. Non faccio una colpa, per questo, ai ragazzi. 
Volevamo una buona partenza, nel secondo tempo, e i ragazzi si sono buttati all' attacco, per cercare di vincere la partita. In cinque minuti, nel secondo tempo, abbiamo avuto due testa a testa e un contrasto che, secondo me, era da rigore. Se avessimo sfruttato una di queste occasioni e se il loro giocatore fosse stato buttato fuori, forse, sarebbe potuta andare diversamente. Tuttavia, in cinque minuti, ci siamo suicidati ed abbiamo subito due goal. Successivamente, abbiamo mostrato orgoglio. Dobbiamo guardare i lati positivi dell' aver affrontato un club come il Brentford giocando in questo modo. 

martedì 3 settembre 2013

Johnstone's Paint Trophy: si va a Griffin Park

Nel primo turno del "Johnstone's Paint Trophy", il Wimbledon si trova opposto al Brentford, club di una comunità che dista pochi km da quella Dons.
L' allenatore dei Wombles ha parlato così della partita che attende i suoi ragazzi: - Guardo ai ragazzi che, ultimamente, hanno fatto panchina e che hanno giocato un ruolo fondamentale nelle nostre vittorie. Sono molto contento del loro rendimento e questa é l' occasione per vedere come si comportano, partendo dall' inizio. Non so quale sia il mio "11 ideale", ma credo che cambieremo qualcosa. C'é qualche giocatore in duvvio, ma il make-up della squadra riguarderà calciatori titolari.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-on-brentford-1031393.aspx?

sabato 31 agosto 2013

Wimbledon - Fleetwood 2-0. Quarto posto e sogni di zona playoff.

I goal di Pell e Smith (41' e 47') hanno fatto capire, a chi ancora avesse dubbi, che il Wimbledon quest' anno fa sul serio.
La squadra timorosa, discontinua e, per certi versi, disastrosa, della scorsa stagione, non c'é più.
Oggi, i Dons occupano la quarta posizione in classifica ed hanno 10 punti, collezionati in cinque partite.
Dunque, quale é l' obiettivo di questa squadra? La promozione diretta? Difficile dirlo; fatto sta, che, continuando così, pensare ai playoff non sarà un azzardo.
Neal Ardley, nel dopopartita, si é mostrato, a ragione, raggiante per la vittoria ottenuta contro il Fleetwood, squadra per nulla facile da affrontare: - Si tratta, probabilmente, della miglior partita, da quando sono qui.
Pensavamo avrebbero giocato con il 4-4-3 e che si sarebbero regolati sul nostro modo di giocare; si sono presentati con il 4-4-2. Abbiamo, però, operato dei cambiamenti tattici prima di iniziare e devo fare i complimenti ai ragazzi che hanno fatto esattamente ciò che ho chiesto loro.
Fino al doppio vantaggio, pensavo sarebbe stata una partita livellata.
Ross Worner ha operato due grandissimi salvataggi e merita grande credito, per questo.
A Michael Smith avevamo chiesto di creare movimento in area e, nel primo tempo, lo ha fatto, segnando anche un goal.
Nel secondo tempo, siamo stati eccellenti ed avremmo potuto segnare anche il terzo ed il quarto goal.-

   http://www.hounslowchronicle.co.uk/west-london-sport/allsport/2013/08/31/109642-33793671/?

lunedì 26 agosto 2013

Dallo sconforto all' urlo liberatore: Wimbledon - Scunthorpe 3-2

Difficile non pensare che, al minuto 31', ognuno dei 3.865 tifosi dei Dons presenti a "Kingsmeadow" non abbia rivisto i fantasmi della disastrosa stagione passata: il goal di Iwelumo (che ha raddoppiato per gli Irons, dopo il goal di Winnall al 16') avrebbe potuto segnare ripercussioni non indifferenti sul morale di una squadra nuova, rivoluzionata e che sta ancora lavorando sui propri equilibri. Il Wimbledon, però, non é una squadra qualunque. Lo sanno bene i ragazzi e lo sa bene Neal Ardley che, a quella maglia, é legato da tantissimi anni. Ecco perché, quello che poteva essere un crocevia verso una nuova stagione di sofferenze si é trasformato nel teatro di un' esaltante rivolta. 
Smith al 62', Pell al 75' ed Arthur all' 85'. Tre punti e ottavo posto, a pari punti con Exeter e Newport, rispettivamente settimo e sesto.
Tutto questo, però, non significa che la squadra non abbia manifestato qualche problema. Lo sa bene anche Neal Ardley che, però, nell' intervista successiva alla gara, ha voluto lodare lo spirito di gruppo dei suoi ragazzi.
Queste le sue parole: - Penso che la nostra prova, nel primo tempo, non sia stata negativa; tuttavia, i goal ci hanno frastornato. Concedendo il primo goal, abbiamo perso parecchio della nostra forma; abbiamo perso la bussola per un po'. La gara stava diventando come quella contro l' Exeter e ci stavamo disunendo. 
Dopo il secondo goal é andata ancora peggio; abbiamo perso, completamente, la condizione. 
Il nostro lavoro, nell' intervallo, non é stato quello di urlare contro i ragazzi, ma di persuaderli come gruppo. Li abbiamo sfidati a mostrare spirito di gruppo nelle avversità. E' facile incitare ad avere tale spirito, ma é più difficile metterlo in pratica sul campo. Nonostante tutto, ci siamo riusciti e speriamo che questa vittoria possa fornirci una spinta per la prossima settimana. 
Abbiamo mostrato grande energia, nel secondo tempo e, grrazie a questa, abbiamo creato molte occasioni da goal. Sono contento per molti aspetti, oggi. Michael Smith ha segnato, oggi, e lo ha fatto lavorando duramente; in questa stagione, avrebbe già potuto mettere a segno tre o quattro marcature. 
Charlie Sheringham ha costituito una minaccia, nel primo tempo, ed ha creato una serie di occasioni.
Sfortunatamente, ha sbagliato un rigore, ma ha costituito un buon collante ed ha contribuito alla realizzazione del primo goal. Kevin (Saint-Luce) e Chris (Arthur) hanno affiancato Jake (Midson) ed hanno aumentato il ritmo del nostro gioco-

domenica 18 agosto 2013

Arriva il primo stop: Exeter City - Wimbledon 2-0

Una doppietta di O'Flynn (11' e 36') interrompe l' imbattibilità dei Dons e infligge la prima sconfitta alla truppa di Neal Ardley.
Il tecnico, nel dopopartita, non si dice certo contento, ma invita i suoi a ripartire immediatamente: - Come allenatore, cerchi di preparare la tua squadra al meglio; abbiamo lavorato bene in allenamento.
Per 35-40 minuti, abbiamo giocato senza energia o ritmo. L' Exeter ha messo in campo maggiore energia, sono stati più taglienti ed in palla. Devo fare i complimenti all' Exeter, in quanto si é mostrato vivace e la differenza tra i due team é stata eclatante.
Abbiamo avuto molte occasioni, nel secondo tempo, ma questo non cambia il giudizio sulla nostra prestazione.
Adesso dobbiamo reagire. Ho detto ai ragazzi che, in questa categoria, non si può fare la comparsa, su nessun campo e che non ci si può limitare a giocare solo alcuni pezzi di gara.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-exeter-display-998905.aspx?

venerdì 16 agosto 2013

Exeter - Wimbledon prewiew

EXETER - WIMBLEDON


Nel Novembre del 2012, il Wimbledon uscì sconfitto dal "St. James' Park" di Exeter per 2-0.
Domani, però, la storia potrebbe essere diversa: i Dons non sono più quelli dello scorso campionato ed hanno cominciato l' attuale stagione in maniera piuttosto convincente.
L' allenatore dei Wombles, Neal Ardley, ha parlato così della gara: - Penso che la gara sarà diversa, in quanto ci presentiamo lì con una squadra davvero forte; abbiamo delle buone chance. Dobbiamo, tuttavia, essere bravi a mantenere il giusto attegiamento, altrimenti questa gara potrebbe diventare un incubo. Dobbiamo essere consapevoli che il livello delle performance e della qualità dell' Exeter sono molto alte.
Non posso garantire che produrremo un gioco fluido, ma posso garantire che lavoreremo duro e che ci dimostreremo organizzati.
La gara contro il Torquay era la prima stagionale ed era importantissimo uscirne non sconfitti. Tuttavia, anche in questa partita abbiamo bisogno di portare a casa qualcosa; abbiamo un duro cammino, davanti, e sarebbe importante mantenere l' imbattibilità. Se riuscissimo a portare via tre punti, piuttosto che uno, sarebbe magnifico.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-on-exeter-994291.aspx?

mercoledì 14 agosto 2013

L' ex Damien Francis parla del suo amore per i Dons e della situazione della squadra.

L' ex centrocampista del Wimbledon (oltre 100 presenze con la maglia dei Dons), Damien Francis, ha assistito all' incontro tra Wimbledon e Wycombe ed é rimasto impressionato dal rendimento dei ragazzi di Neal Ardley.
In un' intervista al "Dons Player", ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: - E' stato un grande avvio di stagione e penso che possa continuare. Non ho assistito a molte partite, nella scorsa stagione, ma dalle impressioni di alcune persone ho dedotto che questa partita sarebbe stata persa, nello scorso campionato. Salvarsi, nella scorsa stagione, é stato difficilissimo e sembrerebbe che la squadra abbia voltato pagina. Penso che, nel complesso, sia stata una buona prova da parte di tutta la squadra e che anche la fase difensiva abbia funzionato bene. E' stato importante, per la squadra, cominciare questa stagione con entusiasmo e, ora, i ragazzi devono essere bravi ad affrontare le prossime gare in maniera un po' più rilassata. Neal ha fatto un grande lavoro e si spera che riesca a spingere la squadra verso i playoff, in questa stagione.-
L' ex calciatore dei Dons ha poi lodato il tifo al seguito della squadra, paragonato, da lui a quello dei bei tempi di Plough Lane: - C'é un fantastico seguito qui e la sensazione che ho provato é stata quella di essere nuovamente a casa, durante i giorni al Plough Lane. Ho ritrovato quelle vibrazioni e quell' atmosfera. Il Wimbledon é un club speciale e ne sono un fan fin dalla giovane età. Penso che molti giocatori conserveranno questa empatia con il club per il resto della loro vita. Non vedo l' ora di scendere nuovamente qui, appena potrò.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/damien-interview-989439.aspx?

domenica 11 agosto 2013

WIMBLEDON - WYCOMBE WANDERERS 1-0. Le considerazioni di Neal Ardley.

Il primo incontro giocato tra le mura amiche coincide con una vittoria, per il Wimbledon.
A "Kingsmeadow", infatti, i Dons hanno battuto il Wycombe Wanderers con il risultato di 1-0, grazie alla rete di Moore al 37' minuto.
L' allenatore dei Wombles, Neal Ardley, ha parlato così, dopo la gara: - Non é facile giocare contro 10 uomini e, complessivamente, abbiamo prodotto un buon gioco, sia in fase offensiva, che difensiva. Alan Bennett e Andy Frampton hanno sviluppato un' ottima intesa e si sono sempre portati sulla linea al momento giusto. Può essere complicato trovarsi sul risultato di 1-0 contro 10 uomini, in quanto si gioca sempre sul filo dei nervi, quando si difende questo vantaggio. Questa sensazione viene percepita da chi é in campo e da chi si trova sugli spalti; si ha paura di concludere la partita subendo goal nel finale, come ci é capitato la scorsa settimana.
Bisogna riconoscere i meriti del Wycombe, nel secondo tempo; infatti, hanno cambiato attegiamento e ci hanno creato un paio di problemi. Tuttavia, siamo riusciti a portar via questo risultato ed avremmo potuto segnare un altro goal, nelle battute finali. Dobbiamo considerare questa gara come una prova di professionalità.
Penso che la squadra abbia fatto molto bene, nel primo tempo. Non ricordo che i nostri avversari abbiano fatto granché, prima dell' intervallo.
Nel primo tempo abbiamo giocato meglio di loro ed avremmo potuto anche concludere sul 2-0. Avremmo potuto segnare il secondo goal nel finale di partita, ma siamo, comunque, riusciti a portare a casa una vittoria nel primo impegno casalingo stagionale.-

 http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-verdict-984045.aspx?

venerdì 9 agosto 2013

Wimbledon - Wycombe Wanderers prewiew


WIMBLEDON - WYCOMBE WANDERERS 



Nella prima gara casalinga del campionato, i Dons incontreranno il Wycombe Wanderers, squadra che, nel primo impegno, ha battuto il Morecambe, con il risultato di 1-0.
Neal Ardley, per questa gara, ha, potenzialmente, tutta la squadra a disposizione, fatta eccezione per il solo Will Antwi.
Queste le sue parole, in merito: - Stanno tutti bene, per l' impegno di Sabato. Michael (Smith) ha preso un leggero colpo all' anca e pensiamo che tre partite in una settimana siano troppo per lui. Sarà, comunque, in ballo per la gara di Sabato. Kevin si é fermato per un problemino e lo teniamo in osservazione.-
Per ciò che attiene la partita: - Abbiamo fatto un' analisi del match con sette giocatori che, secondo me, ne avevano bisogno. Abbiamo mostrato loro 15 clip che mostrano occasioni in cui non abbiamo mostrato abbastanza intensità nel nostro gioco e non siamo riusciti a far male agli avversari. Il Wycombe é inarrestabile, nel modo in cui gioca; metteranno in campo grande intensità e ci presseranno. Hanno ritmo e molto atleti, nella loro squadra. Non potremo essere lenti e sistematici, altrimenti saremo inoffensivi. Dobbiamo essere sicuri e giocare ad un ritmo alto.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/wycombe-preview-979374.aspx?

giovedì 8 agosto 2013

Luke Moore parla della sua lunga esperienza al Wimbledon. Nuovo acquisto: Rhyl Weston.

Luke Moore é, ormai, un veterano del Wimbledon, dato che, quella che va a cominciare, é la sua quinta stagione al servizio del club.
Queste le sue parole, in un' intervista rilasciata al sito ufficiale: - Questo club ha comppiuto enormi passi avanti, dal mio arrivo e sono orgoglioso di essere qui da così tanto tempo. Sono alla mia quinta stagione, ma c'é molto da lavorare e spero di poter vivere una stagione positiva.
Il Millwall é un club di Championship ed essere dispiaciuti di aver perso con loro é un buon segno. Siamo apparsi molto solidi in difesa e dobbiamo ripartire da quanto di buono abbiamo fatto.
Dobbiamo, semplicemente, giocare meglio quando siamo in possesso di palla e capire come mettere più in difficoltà le altre squadre. Ognuno sta commettendo errori ed é un qualcosa di normale, quando si cerca di imparare a giocare come squadra. Tuttavia, non va portato alcun rimprovero, nella misura in cui dobbiamo cercare di raggiungere qualche obiettivo in questa stagione.-

Il club, intanto, ha ufficializzato l' acquisto dell' esperto difensore Rhys Weston, 32enne ex Cardiff e Walsall.
Il calciatore ha commentato così il suo passaggio ai Dons: - Mi sono sentito parte del gruppo sin dal mio arrivo. Nessuno si é sottratto a scambiare qualche chiacchiera e sono contento di essere arrivato in un simile ambiente, dopo essere stato fuori dal calcio inglese per tre anni. Sono molto contento che tutto questo stia accadendo ora. Abbiamo un buon mix di giovani e calciatori di esperienza al Wimbledon e pernso che il futuro sia luminoso.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/luke-on-season-978756.aspx?
http://www.bbc.co.uk/sport/0/football/23608031?

mercoledì 7 agosto 2013

League Cup: Millwall - Wimbledon 2-1

L' avventura dei Dons in League Cup é terminata dopo una sola gara: al "The Den", i Wombles sono stati sconfitti dai padroni di casa del Millwall, con il risultato di 2-1. I Lions sono andati in vantaggio al 52' con Keogh, per poi raddoppiare al 76' con Woolford. Inutile, al 90' il goal di Moore, che ha fissato il risultato sul 2-1.
L' allenatore Neral Ardley é dispiaciuto per questa sconfitta: - Odio perdere e sono convinto che sia lo stesso per i giocatori ed i tifosi. Ultimamente, dobbiamo ammettere che avremmo potuto far meglio, in quanto avremmo potuto crear loro più problemi. Siamo tutti un po' dispiaciuti. Ho pensato che siamo stati un po' dimessi; avevamo un piano per questa partita e sapevamo cosa volevamo fare, ma l' abbiamo mostrato troppo presto. Non abbiamo pressato tutti insieme, come una squadra, e siamo stati poco dinamici. Abbiamo giocato troppo in maniera obliqua ed arretrati.
Sono convinto di avere a disposizione un gruppo di giocatori capaci di far qualcosa di buono. Bisogna, comunque, dar i giusti meriti al Millwall, in quanto sono una buona squadra. Ho detto ai ragazzi che dobbiamo mostrare più convinzione nel nostro gioco con il pallone e quando lo abbiamo fatto, oggi, siamo stati eccellenti.-


http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-millwall-reaction-974965.aspx?

domenica 4 agosto 2013

Torquay - Wimbledon 1-1

Un pareggio da non buttar via, ma che lascia molto amaro in bocca per come é maturato. Questa é la fotografia della prima uscita stagionale dei Dons, sul campo del Torquay, conclusasi con il risultato di 1-1.
Ciò che rammarica é che il Wimbledon é andato vicinissimo a portar via i tre punti, andando in vantaggio con Pell all' 88', salvo essere raggiunto al 90', grazie al goal di Downes.
Il tecnico Neal Ardley si dice moderatamente contento della prestazione dei suoi: - Abbiamo mostrato una grande elasticità, oggi.
Abbiamo passato bene la palla, durante il precampionato, ma oggi mi é parso che i ragazzi avessero paura di concedere un goal attraverso una giocata superficiale. Per questo motivo, siamo stati più apprensivi e diretti, nel nostro gioco, rispetto al precampionato. Complessivamente, siamo stati più attenti in difesa ed é stata la nostra prima uscita stagionale. Simo apparsi una squadra attenta e e penso che la squadra abbia difeso bene. Il Torquay ci ha causato dei problemi. Sono molto contento del modo in cui abbiamo affrontato l' impegno come squadra, ma sono chiaramente scontento del fatto che abbiamo concesso un goal nel finale.
Complessivamente, comunque, penso che il pareggio sia il risultato più giusto.-

 http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neal-ards-quotes-tor-966246.aspx

venerdì 2 agosto 2013

Torquay United - Wimbledon e considerazioni sulla stagione, da parte di Neal Ardley

 TORQUAY  - WIMBLEDON


Finalmente si comincia: domani, al "Plainmoor", si aprirà la stagione dei Dons, che se la dovranno vedere contro i padroni di casa del Torquay United.
Neal Ardley, che avrà a disposizione tutti i 10 acquisti e dovrà fare a meno del solo Antwi, si espresso così sulla gara e sulla stagione che va a cominciare: - A parte la gara contro il Monza, il precampionato ha mostrato che non abbiamo fatto troppo male. Ho imparato dall' inferno della scorsa stagione. La speranza, per questa stagione, é di aggiustare le cose con uno stile differente e di avre preso giocatori che possano fare ciò. Rappresenterebbe un progresso giocare con uno stile migliore e più piacevole ed apparire un club che non punta solo a rimanere aggrappato alla categoria. L' obiettivo della squadra dovrà essere quello di cercare di fare risultato e diremo loro di non aver paura di perdere.
Non ho accampato alcuna scusa, nella scorsa stagione, dicendo che la squadra non fosse stata costruita da me. Sono subentrato ed ho cercato di imprimere il mio stampo sulla squadra. Ad oggi, la squadra é stata costruita da noi insieme ed abbiamo innalzato il nostro livello.-


http://www.bbc.co.uk/sport/0/football/23474961?
http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-on-torquay-961048.aspx?

giovedì 1 agosto 2013

Neal Ardley su Smith e sul possibile acquisto di Weston.

Neal Ardley ha parlato del nuovo attaccante dei Dons, Michael Smith: - Abbiamo preso in considerazione molti attaccanti, durante questa estate, compresi molti nomi di alto profilo, ma Michael ha soddisfatto tutti i requisiti richiesti. Sono andato in trasferta ed ho guardato dei video di Michael n azione con la maglia del Colchester, la scorsa stagione. Sono stato molto contento di ciò che ho visto.
Ho fatto parecchie telefonate a persone che conosco, presso il Charlton, per capire qualcosa di più del suo carattere e di come sarebbe potuto inserirsi nel nostro organico. Ciò che ne abbiamo ricavato é che Michael é estremamente in forma ed un attaccante centrale molto bravo come finalizzatore ed aggressivo, allo stesso tempo.-
Il manager dei Dons, inoltre, é al lavoro per concludere l' ingaggio di Rhys Weston, calciatore gallese, ex compagno di squadra dello stesso allenatore.
Il problema potrebbe essere il poco budget rimasto a disposizione, che consentirebbe il solo acquisto in prestito.

Intanto, é stato fissato un nuovo incontro del Dons Trust: il "Dons Trust Special General Meeting" si terrà il 16 Settembre prossimo.
Tra gli altri argomenti, si parlerà del nuovo possibile stadio a Merton.

http://www.wimbledon.vitalfootball.co.uk/article.asp?a=326879
http://www.wimbledon.vitalfootball.co.uk/article.asp?a=326809
http://llocally.com/thedonstrust/2013/07/31/reminder-upcoming-sgm/

lunedì 29 luglio 2013

Monza - Wimbledon raccontata da un grande appassionato di Gran Bretagna e del suo football

Ad assistere alla gara dei Dons a Monza, era presente un grandissimo appassionato di Gran Bretagna e di football: l' amico Conor Adam, fondatore dello splendido sito Rule Britannia, casa di tutti gli appassionati di Albione e del suo calcio.
Questo é il racconto che Conor ci ha regalato sul topic dei Dons, sul sito citato:

La voglia di british football non si placa mai, nemmeno quando tra pochi giorni sarò di ritorno a Preston per assistere a due partite della mia squadra, ovviamente il Preston North End.... e allora appena ho saputo che nelle mie vicinanze sarebbero arrivati i Dons non ho esitato ad a Monza per respirare dal vivo un pò di quella passione che i britannici sanno sempre trasmettere quando seguono la propria squadra, soprattutto se per farlo devono volare anche fuori dai confini del Regno Unito.
Il Wimbledon a Monza... beh, grandissima occasione per me che da parecchi anni provo una simpatia molto forte per questo Club, soprattutto dopo aver letto il libro "Noi siamo il Wimbledon" di Stefano Faccendini e dopo essere stato due volte al Kingsmeadow: la prima volta per visitare lo stadio trovando un'accoglienza meravigliosa, la seconda per assistere ad una partita di due stagioni fa contro il Dag&Red.
Belle emozioni, belle sensazioni che mi hanno convinto a continuare a seguire le sorti di questa squadra la cui storia tutti ormai conosciamo, una storia fatta soprattutto della grande passione e del senso di appartenenza al proprio Club ed alle sue origini di questi fantastici tifosi.
Seguo le sorti dei Dons ogni sabato con molto interesse anche grazie all'ottimo blog degli amici dell'Italian Crazy Gang e della loro pagina Facebook "Show me the Way to Plough Lane".
Appuntamento quindi allo Stadio Brianteo di Monza alle 18.30 per questa partita con la quale i due Club hanno voluto ricordare la Finale giocata nel 1976 da queste due squadre nella Coppa Anglo Italiana e vinta dai monzesi per 1-0 grazie al gol decisivo di Casagrande.
Sono arrivato allo stadio alle ore 18.00 circa e subito ho trovato altri amici con cui avevo appuntamento, ragazzi dell'Italian Celts, Alessandro, Giuseppe, arrivato da Sondrio in treno, e Danilo, arrivato adirittura da Genova apposta per vedere la partita!
Pazzi scatenati disposti a tutto pur di respirare per qualche ora la splendida atmosfera che solo i tifosi inglesi possono regalare!!
Ci siamo messi in fila per acquistare i tickets in tribuna, ma assicurandoci di poterci sedere in mezzo ai tifosi inglesi.
Alessandro mi ha raccontato che in giro per il centro di Monza, parecchio distante, soprattutto se fatto a piedi, dallo Stadio, ha trovato un tifosi del Wimbledon che, cartina alla mano, stava cercando lo stadio... lui ed i suoi amici non hanno esitato a dargli un passaggio in macchina fino al Brianteo ed il tifoso, per ricambiare quel gesto di gentilezza, gli ha regalato il cappellino dei Dons che indossava..
Qualche minuto più tardi è arrivato anche un altro amico, Marco, membro come me dei GBS, il Fans Club Italiano del Preston North End, insieme ad altri suoi amici.
Già fuori dallo stadio avevo potuto apprezzare la folta presenza di tifosi inglesi, riconoscibili dalle immancabili magliette della propria squadra o più semplicemente dalle birre che avevano tra le loro mani.
Entrati allo stadio sono rimasto deluso dal comportamento degli stewards che hanno fatto spostare un gruppo di tifosi Dons nonostante avessero già posizionato in quel lato della tribuna i loro striscioni... obbligandoli a sedersi poco più in centro, ma lontano dai loro vessilli...
In ogni caso nessuna polemica da parte dei tifosi, per loro era una giornata festosa e l'unica cosa a cui pensavano era quella di divertirsi sostenendo la loro squadra.
Comunque anche noi ci siamo seduti in mezzo a loro ed a tutti gli altri tifosi del Wimbledon, composti soprattutto da famiglie che hanno probabilmente approfittato della partita per visitare Milano.
Tra di loro molta tranquillità e fair play, ma soprattutto sostegno per la squadra!
Io indossavo una maglia del Wimbledon acquistata allo stadio in occasione della partita di due stagioni fa vista al Kingsmeadow e quindi mi sentivo proprio uno di loro, anche se, naturalmente, il mio cuore da tifoso non ha mai smesso di battere per l'amato PNE!
La partita è iniziata alle 18.30 circa, i Dons, con mia delusione non hanno indossata la classica maglia blu e gialla, ma la maglia away gialla con pantaloncini bianchi... peccato..
Prima del calcio di inizio è stato osservato un minuto di silenzio perla tragica scomparsa del motociclista Antonelli, rispettato da tutto lo stadio con grande rispetto e compostezza.
La prestazione delle due squadre è stata fortemente condizionata dal grandissimo caldo.. così come lo abbiamo sofferto noi sugli spalti seppur comodamente seduti a gustarci il match ed a chiacchierare tra di noi e con qualche tifoso inglese.
E' stata infatti una bellissima occasione per rivedere vecchi amici e per conoscere altri grandi appassionati di calcio britannico, sicuramente un aspetto importante di questa calda e afosa giornata.
Il match è stato abbastanza noioso, anche se il Monza ha subito fatto vedere qualcosa di più rispetto agli ospiti; al 30° minuto circa le squadre si sono concesse un time-out e noi la sospirata birra fresca!
Pochi minuti prima dell'intervallo i monzesi sono passati in vantaggio tra la delusione dei tifosi inglesi.
Durante l'intervallo c'è stata una piccola cerimonia durante la quale si è ricordata la partita del 1976, allo stadio veniva venduta anche una maglia celebrativa dell'evento di oggi, con la presentazione degli allenatori e di alcuni giocatori di quei tempi presenti al Brianteo, tra i quali Casagrande che segnò il gol vittoria per il Monza.
Nel secondo tempo la partita è continuata su livelli abbastanza bassi, forse ci aspettavamo qualcosa di più dai ragazzi di Ardley che sabato prossimo saranno già impegnati nella prima giornata di campionato, ma comunque è stato piacevole continuare a condividere questa giornata con gli altri ragazzi e con i tifosi inglesi che hanno anche intonato qualche coro di incoraggiamento alla squadra tra cui il classico Come on you Dons!
Il Monza ha segnato altri due gol mettendo in mostra un buon stato di forma e una almeno apparente superiorità sui Dons.
L'arbitro si è reso protagonista con un'espulsione sinceramente incomprensibile ai danni di un giocatore del Wimbledon...
Il match è terminato con la netta sconfitta per i Dons, ma comunque i tifosi hanno salutato con gioia i propri giocatori ed il manager che hanno risposto con degli applausi verso la propria gente.
E' stata una sconfitta, una partita non spettacolare, una giornata condizionata dal grande caldo, ma resterà sicuramente nei miei ricordi come una giornata piacevole all'insegna del football e dell'amicizia.
Ringrazio i tifosi Dons per la bella atmosfera che ci hanno regalato e gli amici del Celtic, oltre a Marco, che hanno condiviso con me questa piacevole giornata di football!!

Come on you Dons!!

http://rulebritanniauk.blogspot.it/2013/07...bledon.html?m=1

domenica 28 luglio 2013

Monza - Wimbledon 3-0

Esattamente 37 anni dopo la sconfitta nella finale del Trofeo Angloitaliano, i Dons tornano a perdere contro il Monza, in un' amichevole disputatasi nella cittá brianzola, non risparmiata dall' ondata di caldo che ha colpito l' intero paese italico. Neal Ardley ha schierato questi 11 calciatori, nell' afoso pomeriggio di ieri: Worner; Fuller; Kennedy; Sweeney; Frampton; Bennett (C); Francomb; Pell; Sheringham; Porter; Moore. In un primo tempo piuttosto sofferto, i Dons subiscono il goal dello svantaggio, siglato da Franchino. La seconda frazione di gioco si apre con un Wimbledon piú intraprendente, ma il goal di Finotto chiude qualsiasi discorso per il club londinese. Il terzo goal del club italiano ha chiuso un pomeriggio sfortunato e negativo per i Dons, un episodio da lasciarsi, obbligatoriamente, alle spalle: siamo alle porte del campionato e si deve cominciare a fare sul serio!




domenica 21 luglio 2013

Poker e quinta partita senza sconfitta nel precampionato

Un Wimbledon in grande spolvero ha vinto con un roboante 4-0 l' amichevole giocata a "Gander Green Lane", contro i padroni di casa del Sutton United, davanti ad 857 spettatori.
La formazione schierata da Neal Ardley é stata la seguente:

Ross Worner, Barry Fuller, Callum Kennedy, Andy Frampton, Sammy Moore, Jack Midson, Harry Pell, Will Antwi, Kevin Sainte-Luce, Charlie Sheringham, George Porter (Youssouf Bamba, Tom Beere).

Le reti, invece, sono state di Midson 31'; Pell 40'; Beere 66' ed al 79'.

venerdì 19 luglio 2013

Pareggio di lusso e nuovo arrivo in squadra

E' finita 1-1 la gara che ha contrapposto i Dons ed un avversario ostico come il Charlton, squadra che ha concluso lo scorso campionato di Championship in crescendo e che si annuncia come una delle protagoniste della prossima stagione.
Il Wimbledon é sceso in campo con una formazione piuttosto strana e Neal Ardley ha attuato un' ampia turnazione, nel corso della gara.
Questi i giocatori impiegati:

AFC Wimbledon: Ross Worner (Seb Brown), Jim Fenlon (Charlie Fayers), Callum Kennedy (Andy Frampton), Peter Sweeney (Chris Arthur), Will Antwi, Alan Bennett (Rhys Weston), George Francomb (Sammy Moore), Harry Pell (Tom Beere), Luke Moore (Chace Jacquart), Jack Midson (Charlie Strutton), Kevin Sainte-Luce (Youssouf Bamba).

La cornice di pubblico, come sempre, é stata tutt' altro che trascurabile: a questa amichevole hanno assistito 1.402 spettatori.

Neal Ardley ha, inoltre, confermato l' arrivo in prestito, dal Burnley, di George Porter.


domenica 14 luglio 2013

Prima vittoria ed impressioni di Neal Ardley

L' amichevole tra Wimbledon e FC United of Manchester ha visto i Dons vincere con il risultato di 2-0; Neal Ardley si dice molto soddisfatto di questo risultato e della prestazione dei suoi ragazzi: - Abbiamo creato tante occasioni e questo é un aspetto positivo, in quanto avremmo potuto segnare più di due goal. Un altro aspetto positivo é aver mantenuto la porta inviolata, in quanto stiamo cercando di calarci in nuove buone abitudini. Siamo molto contenti di tutti, ma, dopo la gara, abbiamo detto ai ragazzi che devono mantenere questo andamento; devono vivere le proprie vite nella giusta direzione e continueremo a far cose positive, in quanto Mercoledì, contro il Charlton, sarà un test importantissimo.
In fin dei conti, potremmo dire che si é trattato di una gara che ci ha reso contenti. Potremmo far molto meglio? Si, potremmo, ma non rimaniamo seduti ad interrogarci. I calciatori che abbiamo ingaggiato stanno facendo, esattamente, ciò che volevamo facessero ed anche di più.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/ards-after-fc-913521.aspx?

mercoledì 10 luglio 2013

Dieci anni dopo il primo match dell' AFC Wimbledon

Esattamente 11 anni fa, il neonato AFC Wimbledon disputava il suo primo incontro.
Il risultato non fu dei più esaltanti (4-0 contro il Sutton United), ma l' esito fu esaltante dal punto di vista della risposta di pubblico: 4657 spettatori seguirono la squadra per poter, finalmente, rivedere i Dons giocare una gara ufficiale, dopo il deplorevole furto compiuto dai signori pro Milton Keynes.
Racconta Ivor Heller, uno dei fondatori del club e, oggi, Direttore Commerciale: - Fu il culmine delle sei settimane più difficili che abbia mai vissuto. Non dormii molto, durante quel periodo, ma quel lavoro mi condusse ad uno dei giorni più emozionanti della mia vita.
Fu bellissimo vedere tanta gente spostarsi per il match, ma vedere la coda della gente che attendeva di entrare nello stadio provocò qualche timore. Guardando indietro, ciò mi rende molto orgoglioso.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/sutton-united-anniversary-906555.aspx?

domenica 7 luglio 2013

Contro il Dartford é solo 2-2

E' un pareggio, per 2-2, il risultato della prima uscita stagionale dei Dons, contro il Dartford.
Neal Ardley non si mostra troppo soddisfatto: - Sono piuttosto dispiaciuto, a dire il vero. Ci sono state cose molto positive, come, ad esempio, il modo in cui abbiamo controllato la gara per lunghi tratti, sia nel primo, che nel secondo tempo. Il nostro primo goal é stato molto bello nel modo in cui abbiamo manovrato per costruirlo. Non abbiamo giocato da squadra, nel secondo tempo, e il ritmo non é stato così buono. Questa cosa mi ha lasciato poco soddisfatto, anche se ci saranno molti alti e bassi, in questa fase della preparazione. Anche se non abbiamo reso così come avrei voluto, la cosa positiva é che possiamo ricercarne le ragioni e parlarne con i ragazzi, durante la prossima settimana. Ci aspettavamo un qualcosa del genere, durante questa fase, ma sono dispiaciuto, in quanto vorrei che vincessimo ogni partita.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/neals-post-match-899607.aspx?

venerdì 5 luglio 2013

Arriva anche Callum Kennedy, alla corte di Neal Ardley

Il club ha completato l' ottavo acquisto di questa sessione di mercato, assicurandosi il difensore ventiquattrenne, ex Scunthorpe, Callum Kennedy.
Queste le parole del manager dei Dons, riguardanti questo acquisto: - Callum ha fatto parte della sqaudra che, a Swindon, ha vinto la League Two nel 2012 e Simon Bassey lo ha tenuto sotto osservazione fin da allora. Gioca a sinistra, in posizione arretrata ed é uno specialista, in quella posizione e non ce ne erano molti che sarebbero rientrati nel nostro budget e nei parametri che cercavamo. Quando abbiamo sentito che il suo potenziale trasferimento all' Oxford non era andato a buon fine, ci siamo mossi immediatamente per assicurarcelo. Abbiamo parlato con il suo agente il giorno successivo ed abbiamo accelerato i tempi.-
Il nuovo arrivo in casa Dons si é espresso così, nella sua prima intervista ufficiale: - C'erano stati un paio di colloqui tra lo Scunthorpe ed altre squadre, ma i trasferimenti, per qualche ragione, non sono andati a buon fine. Dopodiché, ho ricevuto una telefonata dal mio agente, che mi comunicava l' interesse del Wimbledon. Ho parlato con Neal Ardley e lui mi ha presentato il club e il modo in cui farmi giocare ed inserirmi nella squadra.
So che il club ha un' ottima tifoseria e non vedo l' ora di cominciare.-

http://www.afcwimbledon.co.uk/news/article/dons-make-it-eight-895379.aspx?